villa rondinella

I fantasmi di villa Rondinella a Siena

Villa Rondinella, Siena: chi sono i fantasmi che infestano l’antica dimora di Luigi Saverio Ricci?

Villa Rondinella è ubicata in provincia di Siena, a breve distanza dal comune di Buonconvento. Costruita nel 1910 da Luigi Saverio Ricci, si mostra al visitatore che transita da quelle parti come un piccolo capolavoro di arte e architettura, curato nel minimo dettaglio.
Tuttavia a rendere Villa Rondinella celebre in Italia non è la sua bellezza ma le leggende e le storie di fantasmi che già dalla metà del secolo 900 circolano sulla struttura.

A segnalare Villa Rondinella come un luogo infestato è l’autorevole penna di Giorgio Harold Stuart nel suo libro Italia dei fantasmi.
La prima storia inquietante risale alla fine della seconda guerra mondiale, ed ha per protagonista un camionista.
L’uomo si trovava a passare dalle campagne che circondano villa Rondinella, quando una ragazza lo fermò per chiedere un passaggio. La giovane lo condusse proprio a Villa Rondinella, dove viveva e lo invitò per sdebitarsi a prendere una tazza di te’ e a soggiornare la notte.
Al suo risveglio il camionista si accorse di essere solo e che la ragazza era andata via. Chiamò la polizia e che confermò che La villa era disabitata da anni. La polvere si era accumulata sul mobilio e le imposte soccombevano all’incedere del tempo. La tazza dalla quale aveva bevuto era però ancora sul tavolo.

Nel corso degli anni altre testimonianze inspiegabili si sono susseguite su villa Rondinella e sui suoi fantasmi.
Un gruppo di ragazzi aveva deciso di trascorrere la notte nella villa, in cerca di forti emozioni dopo aver udito le storie di fantasmi, ma furono costretti a scappare a gambe levate terrorizzati dai rumori di catene e dalle voci che si originavano dal nulla negli ampi saloni della villa.
Altri testimoni giurano di aver visto un spirito verdastro, e di essere stati bersaglio di lancio di sassi, soltanto per essersi avvicinati al cancello.

Il passato di Villa Rondinella non sembra essere particolarmente cruento come quello di altri edifici. L’unica notizia certa è che il Ricci aveva un’amante e che i due erano soliti incontrarsi segretamente nella villa al riparo da occhi indiscreti. Della donna ci sono anche dei ritratti nella dimora e potrebbe essere lei ad abitare ancora la villa, pure da morta.
Secondo un’altra teoria, gli spiriti di Villa Rondinella apparterrebbero agli sfollati che al termine del secondo conflitto mondiale si intrufolavano all’interno di sottecchi per trovare rifugio.

Quali siano le origini dei misteriosi fenomeni paranormali di Villa Rondinella non è dato saperlo con certezza e del resto la struttura è oggi chiusa al pubblico, rendendo ardua e contro la legge una visita per qualche Ghost Tour.

admin / 28 agosto 2016 / Toscana

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *