fantasmi volo 401

I fantasmi del volo 401: le anime inquiete di due piloti d’aereo

I fantasmi del volo 401, il viaggio più lungo di un equipaggio senza pace

La notte del 29 Dicembre del 1972 il volo della eastern lines 401, lockeed L-1011 Tristar si schiantò con violenza nelle  paludi della Everglades in Florida. A seguito dell’impatto e del ritardo dei soccorritori dovuto all’impervietà della zona, nell’ incidente perderanno la vita 101 persone. Fra queste, i membri dell’equipaggio Bob Loft e Donald Repo.
Immaginerete dunque lo stupore dell’assistente di volo Fay Merryweather quando l’anno successivo, a bordo del nuovo tristar 318, riconobbe il volto pallido e afflitto di Donald Repo che la fissava dal vetro del fornellino in cucina. La donna, allarmata e spaventata, allertò lo scettico copilota che tuttavia dovette arrendersi all’evidenza: il defunto tecnico di volo Don Repo era tornato su un tri-star. In quello stesso momento, fra il terrore e l’incredulità, i due udirono una voce appena sussurrata:”incendio a bordo“.
Non accadde nulla. Il copilota e la Merryweather stesero rapporto dell’avvenuto nel modo più neutro possibile intimoriti dalle reazioni dei propri superiori, includendo però il sinistro ammonimento che avevano ricevuto. Un mese dopo a bordo del tristar effettivamente scoppierà un incendio ad un motore, che tuttavia non lascerà vittime per merito del pronto intervento dell’equipaggio.

incontri spettrali sui cieli della Florida

Nei mesi successivi molti membri dell’equipaggio e alti ufficiali della eastern lines saranno protagonisti di strani ed inquietanti incontri con i fantasmi del volo 401: ovvero con il capitano Bob Loft e il tecnico di volo Don Repo. Il vicepresidente della eastern lines, in volo sul 318 insieme ad altre alte cariche della compagnia aerea, trasalì quando si avvide che nel posto affianco al suo, dove prima non sedeva nessuno, era comparsa la triste e segalina figura del capitano Bob Loft.
La presenza di Don Repo fu anche riportata al pannello dei comandi, dove era occupato a verificare la strumentazione di bordo prima della partenza, proprio come era solito fare da vivo.
Ma perché le anime inquiete di Repo e Loft non hanno mai abbandonato quei cieli? è attestato che a seguito dell’impatto al suolo, alcuni componenti del tristar 1011 non subirono danni. La Eastern lines pensò bene di riutilizzarli per la costruzione di altri velivoli. Fra questi c’era il tristar 318. La cucina del tristar 318 dove si materializzò il volto di Don Repo era la stessa del volo 401.
I rapporti alla Eastern lines sui fantasmi del volo 401 si fecero sempre più frequenti, al punto che le storie delle strane presenze a bordo cominciarono a trapelare anche al di fuori degli ambienti aeronautici. Lo scrittore John Fuller pubblicherà un libro sugli avvistamenti degli spiriti e si beccherà una querela per danni all’immagine dalla compagnia aerea.
Gli stessi ufficiali di bordo si trovavano in vistoso imbarazzo nell’affrontare la situazione. La flight safety foundation analizzò i numerosi rapporti stilati sugli avvistamenti e concluse che:”(i rapporti) sono certamente da ritenersi attendibili, essendo scritti da piloti, ufficiali e assistenti di volo di ottima reputazione che non avrebbero alcun vantaggio ad arrecare un danno solamente a se stessi“. A seguito dei numerosi disagi, la Estern lines autorizzò un esorcismo a bordo dei propri velivoli. Un religioso gettò acqua benedetta sulla cucina del tristar. Il viso angosciato e sinistro di Don Repo si materializzò per un’ultima volta, supplichevole. Da quel giorno nessuno lo vide più.

admin / 6 luglio 2016 / Stati Uniti, Storie di fantasmi

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *