castello malaspina

Il fantasma del castello dei Malaspina a Massa Carrara

A Fosdinovo, Massa Carrara, il fantasma di Bianca Maria Malaspina si racconta infesti ancora il castello che fu di proprietà della sua nobile famiglia

In provincia di Massa Carrara, precisamente a Fosdinovo, si trova un antico e maestoso castello, che fu di proprietà dei Malaspina.E’ in questo luogo che ha vissuto una ragazza infelice e dove, secondo le leggende, ancora oggi si aggirerebbe il suo fantasma.
Si fa risalire la costruzione del maniero al periodo fra il XIV ed il XVIII secolo, inizialmente adibita a fortezza militare e baluardo di difesa fu poi ceduta dai Nobili di Fosdinovo alla famiglia dei Malaspina. Il maniero fu ereditato precisamente da Spinetta Malaspina che morì nel 1352. Negli anni successivi il castello fu ingrandito ed abbellito. Le successive famiglie dei Malaspina provvidero a restaurarlo e modificarlo. Anche nei nostri tempi si sono verificati dei restauri ma ciò che permane nel tempo non sono solo le solide mura bensì anche le storie dei fantasmi.

Il fantasma di Bianca Maria Aloisia Malaspina

Bianca Maria Aloisia Malaspina, giovane dama adolescente, s’innamorò di uno stalliere. La sua famiglia, decisa ad impedire il fidanzamento provò con richieste, promesse e minacce ma i due proseguirono il loro amore clandestino.
Bianca Maria Aloisia Malaspina fu quindi rinchiusa nel convento di S. Croce del Corvo, dal quale però fuggì.
Alla famiglia restò un’ultima possibilità: far sposare la giovane. Ella si rifiutò con tutte le sue forze perché voleva sposare il suo amato. Adirati per l’onta della ribellione della ragazza, la famiglia dei Malaspina prese una terribile decisione: uccidere i due amanti.
Il giovane fu ucciso subito ma Bianca Maria Aloisia Malaspina fu rinchiusa nella segreta di un castello, viva, con un cane ed un cinghiale simboli di fedeltà e di ribellione. Dopo parecchio tempo la ragazza morì.
A tutt’oggi si racconta che lo spirito di Bianca Maria Aloisia Malaspina vaghi ancora per il castello con un cinghiale ed un cane, nelle notti di luna piena.

Verità o leggenda?

Questa storia, come molte che sono state tramandate oralmente, è stata negli anni arricchita di particolari, pertanto aldilà della favola triste e suggestiva, come sempre ci domandiamo: cosa c’è di vero? Alcune cose non combaciano, nomi e date, ma durante alcuni scavi sono state effettivamente trovate delle ossa di un essere umano e di due animali.

admin / 30 luglio 2016 / Toscana

Comments

  1. Rebecca - 7 febbraio 2017 @ 19:25

    Io abito davanti al castello e un giorno ho visto un ombra vi giuro su di me

    Reply

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *