p001_0_02_03

Infestazioni di fantasmi

Le infestazioni.

Chi non ha mai sentito il termine “spettro infestatore”? Come dice la parola stessa ci si riferisce ad un’entità strettamente legata al luogo in cui è morta, ma può benissimo esser vincolata ad un oggetto in particolare.
Nelle storie di fantasmi esso rappresenta l’esempio classico del fantasma, ovvero lo spettro che malauguratamente è deceduto in un determinato  luogo, e che vuol far si che nessuno dimori lì.

Egli fa fuggire le persone con vari trucchi, ad esempio creando rumori ( famosi quelli delle catene ) ma finanche facendo notare la propria figura spettrale  o, rendendo freddo il luogo in cui dimora.

Tali estrinsecazioni di queste entità possono mostrare un carattere pacifico, oppure maligno, ed è ovviamente a queste ultime che bisogna fare particolare attenzione.

Caratteristica principale di questa tipologia di spettro è che egli non si rende nemmeno conto di vivere a contatto con esseri umani. Talvolta essi si fanno riconoscere in modo dettagliato, presentandosi con forma assolutamente simile ad un essere umano, oppure con forma sfocata.

Strano ma vero, di solito queste entità sono estremamente inoffensive, e non si curano affatto della presenza di esseri viventi. L’entità “malvagia” rappresenta una rarità vera e propria.

Spesso, ad esempio, si presentano come monachi, suore, o dame immortalate da un vestito bianco, e le loro apparizioni si susseguono in luoghi di sangue, come ad esempio una casa dove vi è stato un assassinio, oppure un campo di battaglia dove sono state mietute innumerevoli vittime.

Francesco / 17 febbraio 2017 / Senza categoria

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *