teatro massimo

La suora fantasma del teatro Massimo di Palermo

All’interno del teatro Massimo di Palermo c’è chi giura di aver visto il fantasma di una suora: qual è la sua storia?

Ha fatto molto clamore la recente apparizione della figura di una suora nel campanile della chiesa di Santa Maria della Mercede, rivelatasi poi una pareidolia, al punto tale che i palermitani hanno tirato in ballo una suora fantasma ben più famosa: lo spirito del Teatro Massimo di Palermo.

Breve storia del Teatro Massimo di Palermo

Pare che il teatro Massimo di Palermo sorga sui resti di alcuni cimiteri dei monasteri e delle chiese che si sono trovati su quel terreno nel corso degli anni. Per poter erigere il teatro, l’ultimo monastero detto delle Stimmate, sarebbe stato abbattuto e con esso anche il cimitero. Nel corso dei lavori, secondo la leggenda, pare sia stata profanata la tomba di una suora (1800) il cui fantasma da allora infesta il teatro. Ci vollero ventitré anni per finire di costruire il teatro Massimo, a causa di strani imprevisti avvenuti durante i lavori, ed altri ventitré anni prima dell’inaugurazione.

Il mistero della suora fantasma del teatro Massimo: chi è “la monachella”?

Dopo l’apertura del teatro Massimo, molti testimoni, fra cui artisti e tecnici in servizio, riferirono di aver visto una strana suora circolare dietro le quinte del teatro. La suora misteriosa non ha mai parlato con nessuno e i guardiani notturni del teatro che vi si sono imbattuti affermano che essa scompaia non appena si provi ad avvicinarla. Il fantasma sarebbe proprio quello della badessa, le cui ossa erano conservate nella cripta che fu demolita durante i lavori di scavo. La suora avrebbe lanciato una maledizione sul teatro rallentandone la costruzione e poi sarebbe apparsa all’interno dello stesso spaventando chi la incontrava.
Secondo i palermitani, ora apparirebbe nel campanile della chiesa di Santa Maria della Mercede. La suora detta “la monachella” si aggirerebbe anche nel giardino del teatro dove è stata avvistata molte volte.
Leggenda vuole che chi non crede nelle sue apparizioni cada in un particolare gradino.

Le apparizioni della suora nel campanile

Una notte, i palermitani riuniti sotto le bifore di Santa Maria della Mercede si son ritrovati tutti con il naso all’insù a fissare e fotografare la figura di una suora in preghiera apparsa proprio nel campanile. Fra chi alludeva ad un rifletto ottico, chi al miracolo e chi all’allucinazione collettiva, la popolazione si è scissa fra increduli e credenti ma nessuno è rimasto terrorizzato, anzi tutti sono stati piacevolmente sorpresi dall’apparizione, salvo gli scettici che hanno pensato a qualche scherzo.
Ma la suora fantasma esiste davvero?
Per quanto concerne il campanile, sebbene le foto siano abbastanza impressionanti, chiunque si sia avvicinato al campanile cambiando angolazione, ha avuto modo di scoprire che si tratta di una notevole illusione ottica.

Ovviamente, ciò nulla toglie alla leggende della suora fantasma del teatro Massimo, nella quale chi ha prestato servizio in teatro afferma di credere veramente.

admin / 23 luglio 2016 / sicilia

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *