luderitz

Luderitz e Kolmanskop le città fantasma della Namibia

Luderitz
e Kolmanskop, le miniere abbandonate

Appassionati di città fantasma e cercatori di diamanti in erba potrebbero trovare molto interessante un viaggio alla scoperta di Luderitz e della città abbandonata di Kolmanskop, ad essa adiacente.
Luderitz, situata a metà fra il deserto della Namibia e l’oceano, è definita la “monaco” africana per via dei suoi edifici bavaresi risalenti all’epoca coloniale.Probabilmente non vi aspettereste mai di trovare piccole chiese luterane e negozi tedeschi in mezzo al deserto, eppure a Luderitz questa è la realtà. Durante i primi del 900, quando cominciò a spargersi la voce che la Namibia era un enorme giacimento di diamanti ancora tutto da scoprire, i grandi deserti del Namib e del Kalahari catalizzarono l’attenzione di molti cercatori europei. A Luderitz si insediarono i tedeschi che rimodellarono la cittadina sulla base di usi e costumi propri, come se fosse una piccola Monaco impiantata in Africa. Oggi è proprio questo contrasto offerto da un’architettura tipica di una centralissima cittadina della baviera che si fonde con il selvaggio Namib a rendere Luderitz un luogo unico in tutto il mondo.
Nonostante la città si trovi in Africa, prossima al deserto, il clima è comunque gradevole e non torrido come in gran parte del continente nero. Questo per via della sua collocazione geografica: Luderitz sorge infatti su un altopiano elevato e si affaccia sull’oceano Atlantico.
Gli amanti della natura potranno visitare le spiagge disabitate della città e godere dei paesaggi esclusivi della Namibia, attraversando baie e lagune che costituiscono l’habitat naturale di pinguini africani, cormorani, struzzi e foche.
Shark Island è una grande penisola che si estende per 40 ettari da Luderitz: ora è un affascinante località marittima dove i pinguini nuotano insieme ai turisti, ma nel 1906 fu un orribile campo di sterminio a cielo aperto. Proprio come avverrà nei successivi campi di sterminio nazisti in europa, anche il campo di Shark Island era organizzato in maniera drammaticamente impeccabile, con una linea ferroviaria che trasportava i prigionieri e sedicenti medici tedeschi che li adoperavano come cavie da laboratorio. Nel campo morirono oltre 3000 persone.

Come arrivare a Luderitz

L’unico aeroporto internazionale presente in Namibia è quello di Windhoek. Windhoek è collegata all’Europa tramite i voli dall’aeroporto di Francoforte. Windhoek dista da Luderitz 9 ore in auto, ma un paio di volte la settimana partono voli da Windhoek per il piccolo aeroporto di Luderitz.

Kolmanskop e i diamanti

Il deserto del Namib conobbe il suo massimo splendore intorno al 1908, quando i suoi giacimenti di diamanti diffondevano nel mondo un richiamo irresistibile per tutti i cercatori. La città di Kolmanskop venne fondata come punto base in cui stanziarsi e da dove organizzare massicce estrazioni di diamanti dalla sabbia. La popolazione andò via via crescendo sempre più, tanto che in breve tempo a Kolmanskop sorsero teatri, casinò sale da ballo e luoghi tipici delle città più alla moda.
Questo splendore era però destinato a finire, perché strettamente legato alla presenza dei diamanti nel suolo della cittadina: non appena questi iniziarono ad esaurirsi, la città venne abbandonata a se stessa. Oggi gli edifici fantasma di Kolmanskop lottano quotidianamente contro le dune di sabbia per non soccombere all’oblio del deserto. Fin quando però il Namib non la inghiottirà, l’area continuerà ad essere testimonianza storica di un eldorado ormai remoto. Al momento Kolmanskop è una celebre destinazione turistica, gestita dalla Namdeb, una  compagnia dedita all’estrazione dei diamanti. Al centro della città, dove un tempo c’era la vecchia miniera, ora si trova il punto di ritrovo da cui ogni mattina, da lunedì a venerdì, partono i ghost tour della città. Ci sono anche numerosi negozi e in alcuni di questi si possono acquistare diamanti veri a prezzi particolarmente convenienti.
Si può inoltre visitare un museo che racconta la storia dei cercatori di diamanti e della città.
Kolmanskop è l’unica città fantasma della sperrgebiet, il territorio di proprietà della Namdeb destinato all’estrazione dei diamanti, che può essere visitata. Tutti gli altri luoghi sono off-limits

Da questo link è possibile organizzare il ghost tour nel minimo dettaglio:

http://www.namibian.org/travel/adventure/kolmanskop.html

Come arrivare a Kolmanskop da Luderitz

Kolmanskop dista da Luderitz 12 km. Potrete anche raggiungerla in auto, ma una volta arrivati suggeriamo di affidarvi ai tour della Namdeb. E’ severamente vietato raccogliere sabbia. La Namdeb è gelosissima dei propri giacimenti.
Dove alloggiare
Il Luderitz Nest hotel è perfetto per una vacanza a Luderitz. Si tratta di un hotel 4 stelle, con una spiaggia privata con acqua cristallina e praticamente deserta. L’hotel organizza le crociere ecologiche a largo di Luderitz e i ghost tour  nella città di Kolmanskop.

admin / 11 luglio 2016 / Africa

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *