cosenza

I luoghi infestati di Cosenza

Fantasmi e luoghi stregati a Cosenza: la storia del castello di Malaugello e della casa infestata di S. Lucia

Sale la nebbia, s’infittisce il buio e si cominciano a narrare le storie dei luoghi infestati di Cosenza. Siamo in Calabria, terra di passioni, di sapori forti ma anche d’inquietanti misteri. Parliamo del castello di Malaugello e del casolare sulla strada di S.Lucia.

I luoghi infestati di Cosenza: castello di Malaugello

Fra le montagne, in una zona decisamente fuori mano si trova il castello del Malaugello. Non troppo antico e sicuramente ristrutturato ma totalmente inutilizzato. Come mai?
Pare proprio che il castello non ispiri grande allegria, anzi. C’è chi dice di percepire delle negatività, chi sente voci, rumori di cose che sbattono e sinistre ombre che si aggirano in questo luogo.
Sicuramente richiama molta negatività e non è escluso che vi siano morte delle persone, probabilmente durante dei riti satanici.
Si suppone che sotto vi siano dei cunicoli e delle nicchie, teatro di fatti sanguinosi o di riti inquietanti.
Attorno il luogo è stato recintato molto accuratamente, specie nei punti che conducono ai cunicoli. Come mai? Cosa nascondono le fondamenta del castello? Spettri o antichi segni di riti satanici? Cosa ci sarà di vero?

I luoghi infestati di Cosenza: il casolare sulla strada di S.Lucia

Ogni casa diroccata ha il suo fascino sinistro, inquietantemente magnetico. Ma qui non si tratta solo di apparenza, c’è dell’altro.
Sulla strada di S. Lucia si trova un casolare vecchio ed abbandonato, da cui ci si tiene alla larga. Secondo le voci popolari vi si sarebbe suicidato un ragazzo. Alcuni dicono di sentirvi voci e rumori. Alcuni sensitivi, decisi a capire di più, si sono avvicinati ricevendo strane energie ed alcuni occultisti vi hanno tenuto sedute spiritiche.
Ma altre sette vi si sono recate proprio per evocare il fantasma del morto. Chi vi ha partecipato ha affermato di sentirsi come senza fiato, di aver udito urla e pianti.
Qualcuno a quanto pare crede sul serio al fatto che il casolare sia infestato e si sono ritrovate prove di messe nere, svolte all’interno forse con l’ausilio delle forze negative che risiedono in questo luogo.
Chi ha notizie ci scriva.

admin / 1 agosto 2016 / Calabria

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *