strathpeffer

Seduta spiritica al museo dell’Infanzia di Strathpeffer

Contatti con fantasmi di bambini al Museo dell’Infanzia di Strathpeffer. I medium stabiliscono un legame anche un’entità più misteriosa

Un’atmosfera strana e misteriosa circonda da sempre il Museo dell’Infanzia di Strathpeffer. L’edificio, che è stato adibito a museo dal 1990, racconta come vivevano i bambini del posto nei secoli passati, e contiene molti giocattoli e oggetti di uso comune. La direttrice Alison Boyle ha deciso di rivolgersi ad alcuni medium, per capire se effettivamente ci sono attività soprannaturali intorno all’edificio storico, che si trova nei pressi della stazione ferroviaria.

Tre medium, John Spratt, Irene Gray e Erin Gray, hanno fatto delle indagini in quell’area, utilizzando misuratori di campo elettromagnetico e di temperatura; i risultati sono sorprendenti.

Nel museo si sono concentrati in particolare su una casa delle bambole: “Era come se qualcuno fosse in piedi accanto a noi, a guardare le bambole”. Gli investigatori sono venuti in contatto con lo spirito di una giovane ragazza di nome Primrose o ‘Rosie’. Dicono di essere riusciti a comunicare per ben 2 volte con l’entità, scoprendo che amava ballare ed esibirsi sul palco e che quando morì di vaiolo, alla fine dell’800, aveva solo 12 anni.

John, Irene e Erin hanno avuto contatti anche con un altro soggetto, Eric, più sinistro, che a differenza di Rosie ha dato a tutti una sensazione di disagio.

admin / 8 luglio 2016 / Europa, Luoghi infestati

Lascia un commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *