Fantasmi centro italia, Fantasmi nord italia, Fantasmi sud italia e isole

Fantasmi italiani: quali sono i più spaventosi

fantasmi

Fantasmi italiani: la classifica degli spiriti più spaventosi che infestano lo stivale

Quali sono le storie dei fantasmi più spaventosi d’Italia? Innanzitutto va detto che secondo le numerose testimonianze presenti sul web e pubblicate anche da diversi giornali, non sempre le apparizioni di fenomeni o creature paranormali risultano essere pericolose o violente. Molti spiriti si rivelano essere semplicemente dei sornioni coinquilini privi di qualsiasi forma di malvagità. Alcune persone però, hanno raccontato di aver avuto diverse esperienze negative e di aver visto oggetti essere lanciati con violenza contro le pareti, oppure aver vissuto scene di puro terrore ed essere stati feriti emotivamente o fisicamente dagli spettri. Questo non è il luogo dove intendiamo indagare sulla veridicità di tali resoconti spesso incredibili, ma vale la pena conoscere queste storie. In una classifica comprendente 5 posizioni, elencheremo i fantasmi più “spaventosi” d’Italia. La prima posizione, mette i brividi anche solo a leggerla…

Cosa si intende con “fantasmi più spaventosi”

I fantasmi più spaventosi sono quelli che hanno rivelato la loro presenza in modo particolarmente marcato, spaventando i visitatori delle case in cui sono apparsi. I fenomeni relativi alle apparizioni di spiriti e alle loro manifestazioni vengono chiamati in tedesco “Poltergeist”, che risulta essere un termine composto da “Polter” cioè “rumore” e “Geist” cioè “fantasma”. Quando si verifica un fenomeno paranormale, vengono anche emessi dei rumori, che possono essere connessi allo spostamento di oggetti oppure anche allo scoppiettio di un improvviso fuoco che viene acceso, un brusio di voci e tanto altro.

La classifica dei 5 fantasmi italiani più spaventosi

Villa De Vecchi e il conte fantasma

In quinta posizione troviamo l’inquilino spettrale di “Villa De Vecchi”, immensa villa che si trova in provincia di Lecco che si pensa sia invasa da spettri. La leggenda narra che durante il XVII secolo, il conte De Vecchi acquistò la casa ma dovette andare via dopo che la moglie fu trovata morta in circostanze mai chiarite. In base alle dicerie, sembra che anche il custode della vita abbia patito la stessa fine della nobildonna. Nel secolo successivo, la leggenda è stata arricchita da altre testimonianze di ulteriori omicidi, e la villa sembrerebbe essere invasa da spettri spaventosi che appaiono ai curiosi che visitano di notte il territorio circostante. Le persone che provano a sfidare tali fenomeni, hanno raccontato di aver visto dei fantasmi terrificanti che sono apparsi loro improvvisamente, e sentito il suono di un pianoforte all’interno della stessa abitazione, nonostante sia abbandonata da anni.

il fantasma del frate di Sant’Omobono

Al quarto posto inseriamo il fantasma della chiesa di Sant’Omobono a Catanzaro: la leggenda racconta di un frate che morì in circostanze sconosciute, che una notte apparve a due giovani sotto forma di spirito di fronte la chiesa. Secondo le loro descrizioni, il suo aspetto era terrificante. Nonostante questo, tale apparizione non fu totalmente funesta, mentre uno dei due ragazzi scappò via spaventato, l’altro ricevette una somma di denaro dal sacerdote. La leggenda vuole che questo ragazzo avesse problemi economici e con il denaro ricevuto, fosse riuscito ad aprirsi un’attività e ad aiutare la famiglia.

Il fantasma di Villa Clara

Al terzo posto inseriamo lo spettro presente a Villa Clara, in provincia di Bologna. Da lì, ogni notte sembrerebbero provenire delle urla strazianti di Clara, la bambina che viveva insieme alla sua famiglia nella villa durante il XIV secolo, e che, a causa della sua chiaroveggenza, era stata murata viva dal padre.

Il fantasma di Villa Cerri

Le ultime due posizioni risultano appartenere a due fantasmi davvero terrificanti, che hanno anche ferito alcuni visitatori. Merita il secondo posto il fantasma di Villa Cerri, a Lomello, in provincia di Pavia, che in vita era un cacciatore, e proprietario della villa nel Novecento. Un giorno, di ritorno da una battuta di caccia, colse la moglie in flagrante con il proprio amante, e preso dall’ira li uccise entrambi. Successivamente, si sarebbe sparato a sua volta. Perché questo spirito dovrebbe essere così spaventoso? Perché chiunque provi ad entrare nella villa, si suicida o diventa matto. Questo è quello che è accaduto ad una famiglia che ha provato a vivere nella villa intorno al 1950.

Villa Caboto a Mondello, Palermo

Questa dimora si trova a Mondello, frazione balneare in provincia di Palermo: le testimonianze raccontano di persone che sono state picchiate dagli spiriti davanti l’ingresso dell’abitazione, altre raccontano di aver visto la casa muoversi, di aver sentito urla provenire dall’interno nonostante fosse da sempre disabitata, altre ancora, che hanno provato ad entrare, spiegano che la percezione del tempo lì cambia.

Insomma, dalle testimonianze, sembrerebbe che questi fantasmi appena citati risultino essere i più spaventosi d’Italia, anche se non mancano ulteriori luoghi infestati, altrettanto ricchi di spettri misteriosi…

Tagged ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *