Misteri

Magia rossa: cos’è e perché si usa nei rituali d’amore

magia rossa

Magia rossa, rituali d’amore e differenze con la magia nera e la magia bianca

Molti hanno sentito parlare della magia bianca e della magia nera, raramente però si sente parlare di un altro tipo di magia molto particolare chiamato “magia rossa”. Di cosa si tratta esattamente? Quali risultano essere le sue caratteristiche principali?

Le caratteristiche della magia rossa

magia bianca e magia nera, sono note per essere assolutamente opposte tra loro. La prima viene utilizzata per scopi benefici, per ottenere qualcosa con mezzi positivi. La magia nera invece è conosciuta e praticata anche da persone non esperte sull’argomento. Nel nostro immaginario è qualcosa di oscuro, un insieme di azione vòlte a raggiungere un obiettivo non rispettando la volontà altrui, oppure peggio, ferendo qualcuno o distruggendo qualcosa. Se la magia bianca viene utilizzata principalmente per compiere del bene e risulta ad esso connessa, quella nera al contrario è solitamente associata al male. La magia rossa invece? Essa è una disciplina totalmente diversa, perché limitata ad un unico ambito: quello amoroso. In cosa consistono le differenze fra la magia rossa e gli altri due tipi di magie? Qualcuno potrebbe classificarla come una forma di magia bianca romantica, ma ciò non sarebbe esatto. I rituali di magia rossa rientrano in una categoria a sé perché, sebbene il fine sia l’amore, non ha importanza come esso venga raggiunto: Ciò che conta per chi la sfrutta è ottenere l’amore della persona amata. Il colore rosso è associato al tema della passione e delle questioni amorose, da questo deriva il suo nome.
Si ritiene che la magia rossa sia una forma di magia molto potente, che trae potere da forme superiori quali ad esempio la natura e le sue forze di attrazione.

Rituali della magia rossa

Nell’antichità, sembra che i rituali di magia rossa avessero come componente principale un elemento rosso: si parla del sangue, collegato anche al concetto della vitalità. In realtà oggi sembra non ci sia più bisogno di tale elemento, ad essono sono preferiti parole, gesti, candele rosse per compiere rituali amorosi. Lo scopo è sempre quello di legare nell’amore eterno due persone. Violare la volontà di due persone però è violare le forze del destino. Di conseguenza, se il rituale forzasse due persone ad amarsi e se tale persone non fossero destinate a stare insieme, allora la magia rossa sarebbe molto assimilabile alla magia nera. Altri rituali servono per far tornare la persona amata. In generale, tali azioni vengono considerate “neutre”, né di magia bianca né di nera anche se, come accennato, tutto dipende dalle intenzioni che si utilizzano. La magia rossa fa uso anche di erbe, fiori, candele. A far da collante per il rituale è la concentrazione dell’incantatore: questa è fondamentale durante il rito.
La tradizione ci dice che per la riuscita del rituale d’amore ci si possa servire anche di preghiere: esistono alcune preghiere per sant’Antonio molto potenti e che possono essere utilizzate se si vuole trovare un fidanzato oppure una fidanzata. Un altro rituale, tipico del Brasile, fa uso di due candele rosse, un vaso di terracotta, sabbia e delle azioni ben precise da svolgere con questi elementi. Altre persone preferiscono usare del vino rosso e una foto delle due persone che si desidera si fidanzino.

Tagged , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *