Misteri

Strumenti magici: le scope delle streghe

Free picture () from https://torange.biz/it/fx/halloween-picture-witch-flying-her-broom-10454

streghe e scope: quali sono le origini di questo antico connubio?

Sebbene sembri una favola o uno scherzo, in realtà non è così: la scopa risulta essere veramente uno strumento molto potente e magico. Non a caso, la strega viene sempre rappresentata con la scopa.

La scopa: perché è considerata uno strumento magico?

La scopa ha assunto allo status di simbolo magico in quanto nell’immaginario popolare essa è il principale mezzo di trasporto per le streghe. La domanda è: perché proprio la scopa avrebbe questo ruolo? varie sono le ipotesi al riguardo: Una prima è legata al tema della fertilità: anche nel linguaggio onirico, cavalcare potrebbe essere un rimando alla sfera sessuale e fertile. In tal senso, la strega che cavalcherebbe la scopa avrebbe potere anche nell’ambito dell’accoppiamento. Perché allora cavalcare una scopa e non un cavallo? Secondo alcune antiche credenze, le streghe avrebbero timore dei cavalli.

Un’altra motivazione alla base del collegamento tra la scopa e gli altri strumenti magici è la tradizione di mettere fuori dalle porte delle abitazioni una scopa, per indicare quando una donna è assente da casa. Sembra che le streghe, per evitare di essere scoperte o che qualcuno si intrufolasse in casa in loro assenza, preferivano portare sempre con se’ la propria scopa.

Inoltre la scopa era utilizzata anche in alcuni riti della Scandinavia da alcune sagge. Secondo alcune credenze inglesi, agitando la scopa in aria si scacciano i temporali, mentre ogni qual volta la si usa per spazzare, aiuta a scacciare i folletti e gli spiriti maligni (oltre allo sporco, specifichiamolo). Nella magia moderna la scopa non ha perso i suoi “poteri magici”. Viene utilizzata in alcuni riti per “spazzare via” la negatività. Se usate a tal fine, le scope dovrebbero essere costituite da legno di betulla, frassino. La parte della spazzola invece, dovrebbe essere costituita da ginestra.

La scopa nella magia moderna e nelle tradizioni

Prima di poter essere considerata magica, una scopa deve essere “iniziata” con determinati riti magici.
Nella magia moderna è possibile allontanare dalla propria casa le energie negative usando scope costruite con materiali appositi. Ad esempio spazzare usando una scopa di palma, rinnova la vita. Spazzare con una scopa alla quale è legato del rosmarino, attira la felicità e scaccia i problemi di alcolismo, se ci sono. Usare la scopa insieme ad un po’ di Citronella è invece un buon metodo per trovare marito.

al termine di rito, la strega o l’incantatrice devono usare la scopa per spazzare via le energie che si sono scatenate, se vogliono far tornare le cose alla normalità.

Anche nelle antiche tradizioni la credenza è che le scope allontanino le energie negative. Nell’antica Roma scacciava perfino gli spiriti malvagia. In Cina, si credeva e si crede ancora, che non vada mai lasciata una scopa fuori dalle tombe dei morti. Questo, perché loro potrebbero tornare in vita servendosi proprio delle scope.
Oggi, una credenza europea ritiene che sia meglio non spazzare durante la sera e poi gettare via la relativa spazzatura accumulata con la scopa. Questo perché se si getta via l’immondizia col buio e se si spazza di notte, si spazza via anche la fortuna.
Insomma, che siano credenze antiche o moderne, si può continuare a ritenere la scopa uno “strumento magico”.

Tagged , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *