paranormale

Tavola Ouija, 6 curiosità che forse non sapevi

tavola ouija

Curiosità sulla tavola ouija: le più varie e strane sul noto strumento che ci permettere di comunicare con gli spiriti

In molti non credono ma altri hanno provato e sono un po’ meno scettici. La maggior parte di quelli che ha provato ha affermato di essere stata in contatto con spiriti maligni o di aver avuto problemi, quindi il succo della cosa è: questi articoli non vogliono incoraggiare nessuno a provare la tavola Ouija.

sei curiosità sulla tavola degli spiriti, vediamo le particolarità e le curiosità che circondano la famosa tavola

1. perché crediamo che la planchette si muova da sola? Uno studio condotto da alcuni ricercatori della Danimarca e della Germania ha condotto uno studio su coloro che si sentono suggestionati dalla tavola, secondo lo studio chi partecipa si alterna senza volerlo nel controllare la planchette, cooperando implicitamente alla creazione di un messaggio che inizia in modo casuale ma diventa più prevedibile man mano che diminuisce il numero di opzioni significative.
2. Non si deve mai bruciare la tavola, pare che emetta un urlo e chi sente l’urlo muore entro 36 ore.
3. La tavola ouija può essere di carta ma se è spiegazzata gli spiriti non si avvicineranno.
4. La tavola ouija compare in diversi film: ne L’esorcista di William Friedkin, Regan MacNeil era convinta di aver trovato un amico grazie alla tavola Ouija ritrovata nella soffitta della sua casa. Nel Paranormal Activity di Oren Peli, i protagonisti provano a mettersi in contatto con lo spirito che tormenta Katie attraverso una tavoletta Ouija. In Ouija di Mike Flangan, la falsa consulente mistica Alice Zander acquista una tavola, convinta di aver trovato un nuovo trucchetto per poter abbindolare i suoi clienti. In Spiritika Witchboard alcuni amici giocano alla tavola e parlano con un bambino e Bunshinsaba dove una ragazza per vendicarsi dei bulli evoca un demone con una tavola.
5. Fatti realmente accaduti: l’esorcista si basa su fatti realmente accaduti, “Roland” viveva con la sua famiglia, inizia a praticare costanti sedute spiritiche e sessioni con la tavoletta Ouija ed alla fine viene posseduto da uno spirito maligno.
6. La tavola sarebbe capace di mettervi in contatto con Zozo, un demone che si manifesta molto spesso attraverso di essa.

E voi, avete altre curiosità da segnalarci per allungare la nostra lista?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *